Dall’etichetta alla comprensione dell’altro: la diagnosi in ottica Costruttivista

Giovedì 9 marzo 2017 dalle 14 alle 18, all'interno del Ciclo di workshop sulla Psicologia dei Costrutti Personali, Massimo Giliberto condurrà il workshop

Dall’etichetta alla comprensione dell’altro: la diagnosi in ottica Costruttivista

Il costruttivismo e la Psicologia dei Costrutti Personali rappresentano, ancora oggi, un approccio innovativo in molte aree del sapere e, in particolare, nella pratica clinica. Ciò riguarda anche il modo di fare diagnosi. Se  nel mainstream la diagnosi può definirsi come un’operazione con la quale l’esperto (il terapeuta) forza i significati del ‘paziente' dentro i box concettuali del proprio sistema teorico con loro  dentro una dimensione statica e pre-confezionata di significato, nella PCP la diagnosi è un’interpretazione di processo, tesa a comprendere il senso che l’altro dà a se stesso, agli altri, alla relazione e al mondo che lo circonda. La diagnosi perciò non è una fotografia di uno stato patologico, ma il tentativo di leggere ciò che l’altro, nei termini del suo sistema di conoscenza, sta facendo e perché.

Massimo Giliberto, psicologo-psicoterapeuta, Direttore e Didatta della Scuola di Psicoterapia Costruttivista dell’ICP.

Il workshop si svolgerà presso la sede dell'Institute of Constructivist Psychology in via Martiri della Libertà n. 13 a Padova. La partecipazione è gratuita, ma è necessaria la prenotazione (tel. 0498751669; email [email protected]).