Burn-out tra sintomi e significati

Giovedì 18 marzo 2010 dalle 14 alle 18 Francesco Velicogna, Direttore Didattico della Scuola di Psicoterapia Costruttivista di Padova, terrà il workshop gratuito

Burn-out tra sintomi e significati.

La sindrome del burn-out (o abbreviatamente burn-out) rappresenta l'esito patologico di un processo stressogeno che colpirebbe le persone che esercitano professioni d'aiuto, qualora non si sappia rispondere in maniera adeguata agli stressori che il lavoro comporta. Maslach e Leiter (2000) hanno descritto le componenti della sindrome attraverso tre dimensioni: deterioramento dell'impegno nei confronti del lavoro, deterioramento delle emozioni originariamente associati al lavoro e problemi di adattamento tra la persona ed il lavoro, in relazione alle eccessive richieste implicate dalle mansioni assegnate. In tal senso il burnout si può configurare come una sindrome da stress non più esclusiva delle professioni d'aiuto ma rilevabile in qualsiasi organizzazione di lavoro. Tale impostazione può trovare espressione negli sviluppi diagnostici proposti da Leiter e Maslach (2000) con l' Organizational Checkup Survey (OCS).

Da un punto di vista costruttivista possiamo spingerci anche oltre e chiederci: il Burnout è comprensibile solo in riferimento alle professioni di aiuto o richiede una attenzione al tessuto ermeneutico in cui le persone sono inserite, non solo nel loro mondo lavorativo, ma anche relativo alle loro scelte e ai loro presupposti personali?

Di conseguenza, quale sguardo possiamo generare su un fenomeno sintomatico così vistoso e spesso doloroso che continuamente incontriamo nelle nostre esperienze e nelle nostre reti di lavoro?

Come può un atteggiamento costruttivista far emergere nuove narrative con le quali andare incontro alle avventure e disavventure dei professionisti della salute mentale?

Il workshop si svolgerà presso la sede dell'Institute of Constructivist Psychology in via Martiri della Libertà n. 13 a Padova.

La partecipazione è gratuita, ma è necessaria la prenotazione (tel. 0498751669; email [email protected])